Tutto su turismo, cultura e ambiente
Accedi Registrati

Accedi

Il carrello è vuoto
Il carrello è vuoto
Tester internazionali per il turismo sostenibile nelle Terre del Cerrano Camillo Bosica

Tester internazionali per il turismo sostenibile nelle Terre del Cerrano


Da venerdì 18 maggio a lunedì 21 maggio, l’Area Marina Protetta Torre del Cerrano e la Riserva naturale regionale Oasi WWF dei Calanchi di Atri ospiteranno un gruppo di tester internazionali per valutare un pacchetto turistico sostenibile. L’iniziativa rientra nel progetto DestiMED.

Dopo il primo test del pacchetto, lo scorso anno, gli ospiti saranno condotti lungo “Il mare dell’imperatore Adriano: una torre a difesa della natura”, un itinerario culturale, paesaggistico ed enogastronomico che si snoda in tutte le Terre del Cerrano. Tappe del percorso saranno Silvi Alta, Atri e la Riserva naturale dei Calanchi, Pineto, la Torre di Cerrano, per finire con una visita guidata al Pantheon di Roma.

Tra le attività turistiche che saranno proposte ai tester all’interno dell’Area Marina Protetta vi sono un’escursione lungo la pineta litoranea, lo snorkeling alla scoperta delle rovine dell’antico porto sommerso e della biodiversità delle acque protette ed una visita guidata a cura delle Guide del Cerrano alla Torre e al nuovo Museo del Mare.

A valutare il pacchetto turistico saranno operatori provenienti da diverse esperienze, come il Med Ecosystem Programme IUCN, Ecobnb, ma anche professionisti esperti europei e italiani di sviluppo sostenibile e comunicazione turistica. I tester saranno accompagnati dai responsabili dell’iniziativa per conto dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, il dott. Guido Capanna Piscé e il dott. Mario Cipollone.

“Il progetto Destimed testimonia come la destinazione Terre del Cerrano abbia tutte le caratteristiche per soddisfare una domanda, sempre crescente, di un turismo sostenibile. Questo secondo test di verifica ci accrediterà definitivamente verso i tour operator specializzati in questo tipo di pacchetti. L’altro valore che Destimed porta con sé è l’originalità della proposta che, per la prima volta nel nostro comprensorio, ha visto operatori, aree protette e tour operator lavorare insieme per ideare, proporre e mettere in vendita un pacchetto turistico destagionalizzato riguardante la nostra destinazione”, commenta il dott. Leone Cantarini, Presidente dell’AMP Torre del Cerrano.

Ulteriori informazioni, foto e notizie sullo svolgimento del test, si può seguire la pagina Facebook Area marina Protetta Torre Cerrano

  • 706
Devi effettuare il login per inviare commenti

In edicola

Iscriviti alla newsletter!